Come creare un Business Plan completo ed efficace

Avviare una startup non è semplice, richiede molto studio e lavoro. Dedicando del tempo alla redazione di un business plan, potrai semplificare la nascita della tua attività.

Il lancio di un progetto imprenditoriale è sempre delicato e richiede una fase di pianificazione lunga, strategicamente studiata nei minimi dettagli affinché si possa raggiungere un risultato positivo. Nel momento in cui deciderai di avviare un’attività, sarà fondamentale fare delle ricerche di mercato così da poter realizzare un business plan efficace.

 

Perché scrivere un piano di business può fare la differenza?

La redazione di un business plan dettagliato consente di presentare la propria idea imprenditoriale a chi non la conosce, facendone notare pregi e difetti. La trasmissione dell’idea di business a possibili investitori può essere un valido motivo per redigere un business plan, ma il tutto può essere fondamentale anche per definire degli obiettivi da raggiungere nel tempo, mettendoli nero su bianco. Partire da un piano di business completo può essere un ottimo valore aggiunto per convincere qualcuno a credere nella tua idea.

Tuttavia, la redazione di un business plan richiede ricerca, conoscenza del settore e tempistiche non corte. In particolare, è necessario trattare specifici temi che consentono di far capire a chi sta leggendo quali sono le caratteristiche salienti del progetto, la concorrenza ed il mercato di riferimento, lo stato attuale della tecnica o comunque del settore professionale, i costi fissi e variabili necessari per l’avvio dell’attività, organizzazione interna comprensiva della descrizione dei soggetti facenti parte del management ed eventuali modalità di lancio sul mercato.

 

Descrivere la tua idea di business è una delle parti più difficile, spesso i progetti sono complessi e difficili da esporre. Mettere tutto per iscritti aiuterà te e chi vuole darti una mano.

Quando è necessaria la redazione di un business plan?

Fondamentalmente, nel caso in cui tu voglia avviare una startup, ovvero una nuova azienda, a maggior ragione se questa sarà innovativa, è importante concentrare parte delle risorse nella redazione del business plan. In particolare, gli scenari possibili sono due:

  • Lancio di un’azienda in svariati settori (IT, Artigianato, Ristorazione ecc.)
  • Lancio di un prodotto sul mercato

Il primo caso, riguarda quello più frequente, ovvero hai intenzione di aprire un’attività imprenditoriale che offra la vendita di beni o servizi di vario genere. Qualunque attività commerciale rientra in tale categoria. In questo caso il business plan è importante per determinare la strada da percorrere nel corso del tempo, gli obiettivi da raggiungere e come raggiungerli, oltre a definire fornitori, attività di import/export, costi di ogni tipologia, modalità di espansione, promozione dell’attività ecc.

Il secondo caso, meno frequente, riguarda il lancio di un prodotto sul mercato e quindi richiede pianificazione per le fasi di ricerca e sviluppo, accordi con i fornitori, gestione delle modalità di lancio (crowdfunding o altro), gestione delle campagne pubblicitarie, oltre ovviamente a tutti i dettagli relativi ad obiettivi, attività di import/export, spedizione dei prodotti, costi fissi e variabili ecc.

Quindi si può notare che ci sono essenzialmente degli elementi comuni, ma poi in base al fatto che tu voglia vendere prodotti generici ed offrire servizi oppure costruire un prodotto di sana pianta, le caratteristiche più specifiche del tuo piano di business cambiano, è chiaro infatti che se il tuo obiettivo è quello di aprire un ristorante o un negozio di abbigliamento sarà solamente necessario evincere tutto ciò che riguarda il mercato, la concorrenza, come intendi organizzare la tua attività, i costi ed fornitori, ma se invece vuoi realizzare un nuovo computer e marcarlo con il tuo brand, allora il discorso si fa molto più complesso, per completezza quindi oltre a tutte le informazioni già incluse dovresti parlare anche della fase di progettazione, come vorresti produrlo, in che luogo e tutto ciò che riguarda la fase di costruzione.

 

Creare un business plan significa aver capito quali sono le modalità di avvio della tua attività imprenditoriale. Potrai così raggiungere più facilmente i tuoi obiettivi e analizzare la situazione a 360° gradi, tra pregi e difetti.

Cosa deve esserci nel mio business plan?

Adesso, cercherò di farti vedere un esempio di business plan, o meglio, un esempio di informazioni da inserire per completare ogni sezione del documento.

Descrizione dell’idea

Questa è la parte introduttiva del tuo documento, probabilmente la più importante, ti consente infatti di illustrare la tua idea (nel caso fosse un prodotto, anche attraverso dei disegni) facendo capire al lettore a cosa ti riferirai nelle successive sezioni. E’ importante descrivere adeguatamente qual è il tuo obiettivo, evidenziando eventuali parti innovative o concorrenziali, ma anche le parti compromettenti, quelle che possono causare un fallimento dell’idea stessa. Cerca di risaltare in modo trasparente pregi e difetti, non deve essere un documento promozionale ma un documento oggettivo.

Mercato e concorrenza

Un’analisi di mercato consiste nel determinare se ciò che andrai a vendere sarà effettivamente un qualcosa che l’utente di riferimento ha interesse ad acquistare, inoltre devi descrivere qual è il tipo di soggetto che potenzialmente potrebbe diventare un tuo cliente. E’ importante dare anche una panoramica sulla concorrenza, così da determinare quanto possa essere difficile raggiungere dei risultati ed in quanto tempo.

Società e management

In questa fase, sarà tua premura indicare il tipo di società che vuoi fondare, in quale paese vuoi costituirla, perché scegli una determinata tipologia di società più che un’altra (Per esempio, perché una srl?), chi saranno i soci fondatori e quale sarà il loro ruolo all’interno dell’azienda.

Parte finanziaria

E’ importante un’analisi quanto più accurata possibile dei costi fissi da sostenere quantomeno nel primo anno di attività, necessari quindi all’avvio, anche una definizione di ipotetici costi variabili (manodopera, di produzione ecc.) può risultare molto utile al fine di valutare la consistenza del business. In questa parte puoi indicare anche eventuali finanziamenti o fondi pubblici e privati a cui saresti interessato ad accingere per portare a compimento il tuo progetto. Inoltre, sarebbe opportuno effettuare delle stime valide, da tramutare successivamente in obiettivi, in merito al fatturato che potresti potenzialmente generare nel corso dei primi anni.

Fornitori

A prescindere che tu decida di lanciare un’attività commerciale, ristorativa oppure un nuovo prodotto, sarà comunque necessario avere dei fornitori che ti garantiscano la merce necessaria alla vendita. Se vorrai aprire un negozio di abbigliamento, ti servirà per esempio un ingrosso che ti consenta di avere i vestiti sempre presenti in negozio e in caso di necessità ti spedisca ciò che ti serve. Se vorrai lanciare un prodotto elettronico, avrai bisogno di qualcuno che ti fornisca circuiti, batterie e tutto ciò di cui avrai bisogno per la costruzione, se non addirittura il prodotto già finito e pronto per essere brandizzato. Dovrai descrivere come intendi trovare fornitori o eventualmente, se già hai degli accordi, chi sono i fornitori e quali sono gli accordi.

Lancio sul mercato e modalità di vendita

Al momento del lancio sul mercato è semplice sbagliare e rovinare tutto il lavoro svolto fino a questo punto, bisognerà pianificare delle campagne di marketing o promozione sul territorio, come intendi far conoscere la tua attività?

Inoltre, dovresti definire le modalità di vendita, hai intenzione di lavorare attraverso una sede fisica oppure offrire servizi online?

Altre sezioni

Quelle appena indicate sono le sezioni che sicuramente non dovrebbero mai mancare in un Business Plan, è chiaro poi che questo sia solamente un esempio di business plan, è importante che tu descriva la tua idea di business nel modo più approfondito possibile, senza lasciare nulla al caso. Un documento completo e ben strutturato ti permetterà di avere una possibilità di successo più alta, a prescindere da quale sia il tuo obiettivo.

Rizieri Mele

Sono un’appassionato di Information Technology, studente di Informatica all’università “Tor Vergata” di Roma. Da anni sviluppo applicazioni web dinamiche e mi occupo di SEO & Marketing. Aspiro ad acquisire importanti competenze in ambito Security :)


WebTrainer utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire un servizio di qualità. Clicca su "Accetto" per acconsentire al loro utilizzo, così da poter utilizzare tutte le funzioni del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi