L’app per l’orgasmo cerebrale: Tingles!

Tingles, un'app per raggiungere l'orgasmo cerebrale

Tinlges deriva dall’inlgese e tradotto letteralmente vuol dire “formicolii”. Tingles è un’app che raccoglie e facilità la visualizzazione dei migliaia di video di ASMR diffusi sul web. È l’app ideale per chi soffre d’insonnia, stress, ansia o per chi semplicemente vuole rilassarsi e tenere alla larga i pensieri negativi dopo una giornataccia. Ma che cos’è l’ASMR?

A.S.M.R. è la sigla per “Autonomous sensory meridian response”, ossia: “Risposta autonoma del meridiano sensoriale”. Questa è la definizione più diffusa per definire l’esperienza caratterizzata da una sensazione di tipo elettrico o di formicolio sulla pelle che tipicamente inizia sul cuoio capelluto e si sposta scendendo lungo la nuca e continua per la colonna vertebrale superiore. È una sensazione che almeno una volta nella vita tutti noi abbiamo provato. Sono i “brividi al cervello” oppure “orgasmo cerebrale”, che di solito vengono provocati dai cosiddetti “grattini” o dalle carezze ai capelli.

Scientificamente l’esperienza può essere accostata alla sinestesia uditivo-tattile: una di quelle sensazioni che si provano in stati alterati psicofisici in cui si riesce a “vedere la musica” o “toccare le parole” proprio nel senso letterale. L’ASMR provoca un’esperienza soggettiva di “euforia di basso grado” caratterizzata da “una combinazione di sensazioni positive e una sensazione di formicolio distinta e statica sulla pelle”.

Sinestesia digitale, il coinvolgimento dei sensi

Il termine Autonomous sensory meridian response è stato reso popolare da Jennifer Allen, una professionista della sicurezza informatica di New York che nel 2010 ha fondato il primo ASMR Group su Facebook. Prima si faceva fatica a definire a parole la sensazione provata e si utilizzavano goffamente espressioni quali: massaggio del cervello, formicolio alla testa, formicolio al cervello, formicolio alla spina dorsale , e orgasmo cerebrale. Il riferimento all’orgasmo però ebbe diverse obiezioni a parte della Comunità ASMR poiché la maggioranza degli utenti non riconosceva l’effetto d’eccitazione ma piuttosto quello di rilassamento. Tuttavia, nel 2015, si è verificata una divisione all’interno della Comunità ASMR sul tema dell’eccitazione sessuale, con la creazione di una specie di sottogruppo chiamato “ASMRotica”, ossia, video di ASMR progettati con il dichiarato intento di provocare eccitazione sessuale nell’ascoltatore.

Jennifer Allen dichiara in un’intervista di aver scelto con cura le parole che formano la famosa sigla. Autonomo: spontaneo, autonomo, dentro o fuori controllo; Sensoriale: pertinente ai sensi o alle sensazioni; Meridiano: indica un picco, un climax o un punto di massimo sviluppo (al posto di utilizzare la parola “orgasmo”); Risposta: riferito a un’esperienza innescata da qualcosa di esterno o interno.

L’ASMR è solitamente scatenato da stimoli, inneschi chiamati “trigger”. I trigger ASMR, che sono più comunemente uditivo e visivi, possono essere incontrati spontaneamente tutti i giorni nella nostra vita quotidiana. L’attenzione e la bravura degli “ASMRtist” (artisti dell’ASMR), ossia, delle persone che producono video ASMR, sta nel riconoscere i trigger nella vita quotidiana e riprodurli in specifici video. Gli stimoli, i trigger che possono innescare esperienze ASMR, di solito comprendono:

  • Ascoltare sussurri o bisbigli.
  • Ascoltare/Guardare qualcuno che si impegna a produrre suoni delicati e ripetitivi come lo sfogliare le pagine di un libro.
  • Ascoltare/Guardare qualcuno mentre esegue con attenzione un compito di ruotine come cucinare.
  • Ascoltare/Guardare qualcuno masticare rumorosamente, far scricchiolare, inghiottire o mordere cibi, bevande o gomme.
  • Ricevere delle “personal attention” come quando si va dal parrucchiere, dall’estetista o dal massaggiatore.

Questi sono solo alcuni dei contenuti possibili di un video di ASMR. Basta guardare o ascoltare una registrazione audiovisiva di una persona che esegue o simula le azioni sopracitate, e soprattutto ne riproduce il rispettivo suono, per innescare un’esperienza ASMR nella maggior parte degli individui.

ASMR per stimolare i sensi

Tingles è l’app giusta per i fan dell’ASMR, o per chi vuole provarlo per la prima volta. La sua comodità sta per poter effettuare ricerche in base ai propri trigger preferiti, salvare i video e ascoltare l’audio in background a schermo spento.

Il team sviluppatore di Tingles non ha fatto molto in termini di promozione, ma l’app ha già raggiunto un seguito abbastanza consistente. “Stavamo solo cercando di immaginare il modo migliore di costruire un luogo di incontro di facile dialogo fra gli ASMRtist e la comunità”, afferma Mlakar, uno dei fondatori di Tingles. Nonostante la mancanza di promozione, la società afferma di aver attirato 60.000 utenti attivi mensili, di cui un terzo utilizza il prodotto ogni giorno. Il contenuto del sito è creato facendo confluire i più di 200 video ASMR, molti dei quali sono stati presi in prestito da YouTube. La famosa piattaforma video di Google è stata, ovviamente, il punto di partenza per l’aumento del fenomeno online dell’ASMR. “Penso che YouTube sia eccezionale per la scoperta”, afferma Mlakar. “ho scoperto l’ASMR lì ma il problema principale sono le pubblicità. Se stai ascoltando un video ASMR e stai per addormentarti, una pubblicità rumorosa è davvero spiacevole.”

Per Tingles, l’ASMR è solo l’inizio. Mlakar descrive l’app per Android / iOS come “fondamentalmente il posto migliore per trovare qualsiasi contenuto video che ti aiuti a rilassarti e addormentarti”, e i piani futuri includono una spinta più ampia in altre categorie di rilassamento, come la meditazione/consapevolezza.


I commenti sono chiusi su "L’app per l’orgasmo cerebrale: Tingles!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.




WebTrainer utilizza Cookie tecnici e di terze parti per fornire un servizio di qualità. Clicca su "Accetto" per acconsentire al loro utilizzo, così da poter utilizzare tutte le funzioni del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi